L’utilizzo degli antibiotici è di gran lunga superiore alla reale necessità della popolazione.

   Questo porta gravi conseguenze sia da un punto di vista individuale che collettivo.

   Da un punto di vista individuale produce gravi disbiosi intestinali, con conseguenze gastrointestinali, ma soprattutto, e questo oggi ci riguarda molto da vicino, sul sistema immunitario.

   Da un punto di vista collettivo l’abuso di antibiotici produce il gravissimo fenomeno dell’antibiotico resistenza, con nuovi ceppi batterici immuni all’utilizzo degli antibiotici stessi.

   In questi giorni, però, abbiamo una ragione in più per utilizzare le terapie antibiotiche esclusivamente su strettissima indicazione medica. L’antibiotico, creando un vuoto biologico nell’individuo che lo assume, predispone l’organismo ad essere attaccato con maggiore facilità e intensità da virus e miceti.

   In questo periodo di Coronavirus non è proprio un argomento su cui scherzare.